Mammografia Torino

Che cos’è la mammografia? A cosa serve? Chi deve sottoporsi a questo esame?

Vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere prima di affrontare una mammografia presso il nostro centro a Torino e provincia.

La mammografia è un esame radiografico effettuato con una dose bassa di raggi X (circa 0,7 mSv, l’unità di misura delle radiazioni). Non dannoso per la donna, viene prescritto per studiare la struttura del seno ed escludere eventuali presenze tumorali o cisti. Questo esame diagnostico si effettua comprimendo tra due lastre il seno: non è doloroso ma può provocare lievi fastidi. Si tratta di un esame molto importante al quale la donna deve sottoporsi se, durante la palpazione, sono state avvertite presenze anomale quali noduli o altri segnali che devono essere approfonditi.

Strumento necessario per la prevenzione, la mammografia permette di scoprire immediatamente un eventuale malformazione o malattia prima che sia troppo tardi. Per questo motivo viene consigliato ogni due anni come test di screening a tutte le donne che hanno superato i 50 anni di età (se non sono presenti familiarità o altri fattori di rischio; in tal caso è opportuno ripeterlo annualmente). È inoltre consigliato periodicamente a tutte le altre donne anche più giovani, soprattutto dopo i 40 anni: grazie a questi controlli regolari la mortalità per tumore al seno è infatti drasticamente diminuita. Questo utilissimo screening è gratuito in Italia per le donne tra i 45 ed i 69 anni di età che non hanno eseguito la mammografia a carico del Servizio Sanitario Nazionale nei due anni precedenti. È possibile infine prenotarlo tramite il proprio medico di medicina generale o aspettare l’invito da parte della propria Azienda Sanitaria.

Ma in cosa consiste la mammografia?

L’esame dura circa un quarto d’ora e può essere eseguito senza conseguenze sulla paziente (non è necessario alcun accompagnatore e si può immediatamente dopo guidare senza problemi). Non vengono iniettati liquidi di contrasto né è prevista l’assunzione di alcun farmaco. La donna viene posizionata di fronte al macchinario in piedi ed il seno, uno per volta, viene posizionato su una lastra di plastica trasparente e compresso da un’altra lastra che scende dall’alto: questo movimento è necessario per tenere fermo il seno e generare così un’immagine più nitida possibile.

Mammografia TorinoGeneralmente viene eseguito su entrambe le mammelle (mammografia bilaterale) posizionandole sul macchinario una per volta. Non è importante la dimensione del seno: bisogna sfatare il mito secondo il quale non può essere eseguito su donne con seno piccolo perché il risultato di questo genere di esame dipende solo dalla densità del seno (per questo motivo alle donne di 40-45 anni, il cui seno ha una densità della ghiandola mammaria maggiore, viene più consigliata l’ecografia che permette di individuare meglio eventuali noduli).

E qual è il periodo migliore per eseguire la mammografia? È opportuno evitare di prenotarlo durante il ciclo mestruale: in questo periodo infatti il seno è più indolenzito e l’esame potrebbe essere più fastidioso. Si consiglia per questo di prevederlo nel lasso di tempo che va dal quinto al dodicesimo giorno dalle mestruazioni. Il giorno dell’esame sono da evitare profumi e deodoranti che potrebbero comparire nelle immagini come piccoli punti bianchi. Soprattutto se è la prima volta che si esegue una mammografia è opportuno descrivere al radiologo e al medico tutti i sintomi e i cambiamenti riscontrati o se si stanno ad esempio seguendo terapie ormonali o ancora se ci sono casi in famiglia di tumori al seno. Durante gli esami di controllo è inoltre opportuno portare con sé le mammografie precedenti così da permettere allo staff medico di avere un quadro completo della situazione.

La mammografia può essere di screening o diagnostica.

  • Mammografia di screening 

Si effettua su entrambe le mammelle per monitorare pazienti alle quali non sono stati diagnosticati sintomi di cancro al seno. Grazie a questo esame è possibile scoprire precocemente eventuali patologie.

  • Mammografia diagnostica 

Viene prescritta se sono presenti sintomi di tumore al seno o se, durante la mammografia diagnostica, sono state riscontrate delle anomalie. Il seno viene monitorate più approfonditamente ingrandendo anche delle zone del seno per avere immagini migliori da studiare.

Prenota la tua mammografia a Torino.